Newsletter

Joomla Extensions powered by Joobi

Prenota Ora!

Documento senza titolo

cosavisitare tit

 

visitare brindisino

Per la sua posizione Aurasia offre la possibilità di raggiungere molto facilmente le più caratteristiche località della Valle d’Itria e del Salento consentendovi così una vacanza indimenticabile tra natura, cultura, mare e relax. A pochi chilometri potrete visitare:

OSTUNI

centro storico ostuniDenominata “la Città Bianca” per la caratteristica colorazione delle case completamente imbiancate con latte di calce, offre passeggiate incantevoli tra stradine strettissime e ripide scalinate in cui le reminiscenze orientali delle dominazioni turche e saracene si fondono con lo stile romanico dei palazzotti con i loro stemmi gentilizi e il barocco pugliese di bellissimi balconi fioriti. Il centro storico è un incantevole labirinto che si snoda fra archi a sesto acuto e sentieri angusti, in cui è meraviglioso perdersi e ritrovarsi al punto di prima, percorrendo ignote stradine. Vi consigliamo di visitare la Cattedrale, il Museo Delle Civiltà Preclassiche, la Chiesa San Gacomo Di Compostella, il Palazzo del Municipio, la Porta Nuova e la Porta Demetrio, la Chiesa di San Francesco, la Chiesa del Carmine, la Chiesa di San Francesco di Paola, il Palazzo Zevalos, il Palazzo Aurisicchio, il Palazzo Siccoda, il Palazzo Jurleo, il Palazzo Giovene.


 ALBEROBELLO

alberobelloNota come capitale dei trulli e riconosciuta come patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, si adagia su sette colli, elevando verso l’alto trulli e pinnacoli dalla fantasia estrosa e misteriosi segni di latte di calce che sembrano invocare spiriti arcani da altri mondi. L’origine della tecnica costruttiva dei trulli di Alberobello varca il Mediterraneo e i confini della storia, attingendo dai Cretesi, dagli Assiri e dalla Magna Grecia, per poi arrivare in Puglia, dove l’estro e la maestria degli abitanti del luogo hanno dato vita ad un’infinita civiltà della pietra, unica in tutto il mondo. Vi consigliamo di visitare il Quartiere Monti, l’Aia Piccola, la Chiesa di Sant’antonio, il Santuario dei Medici, il Trullo Sovrano, il Trullo Siamese.


 CISTERNINO

cisterninoE’ una tranquilla cittadina situata su uno dei più alti colli della Murgia dal quale è possibile scorgere un meraviglioso panorama della Valle d’Itria, immersa nel verde degli ulivi fra trulli e masserie che tinteggiano il paesaggio.
Si affaccia sulla valle d'Itria, nella cosiddetta Murgia dei trulli. Fino al 1927 è stata Terra di Bari. Tra le manifestazioni folkloristiche più attese a Cisternino, c'è sicuramente Pasquetta. Chiamata nel dialetto dei suoi abitanti “Pasquarèdde”, questa festività si svolge presso il Santuario della Madonna d'Ibernia, dove ci si reca con dei dolci tipici (a forma di borsetta con due uova sode per i bambini, con uno a forma di bambola con un uovo sodo per le bambine), chiamato “u churrüchele”, esso porterebbe prosperità e fecondità. Non a caso, quella d'Ibernia è la Madonna della vita, della fertilità e dell'abbondanza, il santuario è molto utilizzato per celebrare il matrimonio sia per i motivi appena indicati che per la collocazione del tutto unica e panoramica.


 FASANO

fasanoE’ interamente sommersa da alberi secolari di ulivo e da frutteti. Nata sulle rovine di Egnazia, antico porto romano, oggi rappresentano uno dei siti archeologici più importanti della storia dell’antico impero romano. A 2 km lo ZOO SAFARI ospita animali provenienti da tutto il mondo e anche un Luna Park . Il toponimo "Fasano" proviene probabilmente da "Faso", antico nome di un grosso e bianco colombo selvatico (rappresentato sullo stemma civico) che si abbeverava presso le cosiddette "fogge", cioè una palude o pozzo all'aperto dove defluivano i corsi d'acqua provenienti dalle colline. Sopra tali fogge oggi è ubicata la villa comunale.

 


 LOCOROTONDO

locorotondoE’ un delizioso paese attraversato da viuzze concentriche e popolato da casupole dai tetti a punta ricoperti da pietre calcaree addossate le une alle altre. Piccole abitazioni che affascinano per il bianco sfavillante della calce e per le piccole porte e finestre, quasi da sembrare un paesaggio inventato per una fiaba. Gustoso e profumato è il vino DOC bianco prodotto dalle numerose cantine, il cui nettare è ottenuto dalla spremitura delle uve trattate secondo antichi procedimenti che lasciano inalterato il sapore delle cose genuine.

 

 


 MARTINA FRANCA

martina-francaUna città fiorita all’insegna del barocco che ha lasciato un’impronta indelebile di un passato ricco e meraviglioso. Una città nata dall’estro e dalla fantasia di scalpellini che fra girali, volute, cariatidi, putti, ghirlande e festoni hanno esaltato la bellezza architettonica di chiese, di conventi e di palazzi signorili, in ogni singolo angolo, anche quello più nascosto. Un’immensa ricchezza culturale ed artistica che ha ben saputo integrare i frammenti medievali con l’estrosità del settecento e la classicità dell’ottocento.

 

 


RISERVA NATURALE DI TORRE GUACETO

torre guacetoNelle vicinanze di Aurasia si può visitare la "RISERVA NATURALE DI TORRE GUACETO" che comprende una zona protetta terrestre caratterizzata da grandi oliveti secolari, una zona umida caratterizzata dalla presenza di uccelli, anfibi ed insetti tipici di questo  habitat ed una zona marina. L'ambiente marino e' estremamente ricco di specie animali e vegetali; nelle profondita' del mare c'e'
la presenza di una biocenosi che in alcuni tratti assume l'aspetto coralligeno vero e proprio. Il mare e' frequentato dalle tartarughe e dai delfini.

 

 

ATTIVITA' NEI DINTORNI: Mare, Equitazione, Terme, Pesca sportiva, escursioni...

Joomla Templates by Joomla51.com
popstrap.com